Top
 

PUGLIA: Cosa fare e Vedere

Tour fuoriporta tra Enogastronomia e Relax

PUGLIA: Cosa fare e Vedere

Un week-end di Relax o Enogastronomico?
Qualunque sia la vostra risposta Viaggia Veloce con questo post  Lasciatevi trasportare:

Attori, cantanti, uomini politici da ogni parte del mondo, ma anche businessman miliardari, re, principi e varia nobiltà internazionale. Alla Puglia negli ultimi anni sembra essere successo ciò che era capitato in precedenza alla Toscana, e ancora prima alla Sardegna: ora è in assoluto una delle mete più gettonate del Bel paese, se non la più apprezzata dai viaggiatori italiani e, forse, ancora più dagli stranieri, che la considerano anche una delle location più esclusive dove sposarsi.

La Puglia è uno scrigno d’artestoria e natura. È la terra del sole e dell’ospitalità, situata nel lembo sudorientale d’Italia, in una posizione strategica nel cuore del Mediterraneo. Secoli di storia e paesaggi d’incanto sono alcune delle meraviglie che rendono questo luogo unico per un viaggio in cui vivere esperienze indimenticabili. Chi la Puglia la conosce già da tempo sorride, consapevole che i motivi per innamorarsi del più orientale lembo di terra d’Italia – con il suo connubio inimitabile di natura, cultura, clima ed eccellenze del territorio – ci sono da sempre, e aspettavano solo di essere scoperti.

La Puglia autentica si gusta anche a tavola. L’enogastronomia pugliese è un’esplosione di sapori d’eccellenza. Il segreto sta negli ingredienti, genuini e a km 0, come l’ottimo olio extravergine d’oliva e i vini pregiati. In Puglia la qualità della vita è ottima e il clima sempre mite. In tutte le stagioni, sono innumerevoli gli eventi che animano il territorio, come i festival e le rassegne internazionali e per molti registi e celebri star questa terra è un perfetto set cinematografico.
Dal Gargano e la Daunia alla Puglia Imperiale, dalla Terra di Bari, alla Magna Grecia alle Murge e alle gravine, passando per la Valle d’Itria e la Murgia dei Trulli, sin giù al Salento: ovunque vi sentirete a casa. L’accoglienza qui è al primo posto e i pugliesi danno il benvenuto ai turisti con un sorriso.
Iniziamo a scoprire:

 GARGANO E DAUNIA:

Qui la natura regna sovrana. Da un lato la costa con insenature e grotte spettacolari, spiagge dorate e mare cristallino, dall’altro i boschi e le foreste del Parco Nazionale del Gargano, con un cuore antico mille anni, e la Foresta Umbra, da percorrere in bici, a cavallo o a piedi. Sul litorale tra Peschici e Vieste, singolari marchingegni di legno stanno sospesi sull’acqua: sono i “trabucchi”, antichi sistemi pesca, oggi ristoranti sul mare. All’orizzonte le Isole Tremiti, 5 km quadrati di meraviglie e fondali multicolor per immersioni indimenticabili. Dalla verde San Domino a San Nicola fino a Pianosa, Riserva marina integrale.
Il Gargano e la Daunia hanno molto da raccontarvi. Da Manfredonia a Mattinata è un lungo viaggio ricco di storia e tradizioni nel cuore di borghi impreziositi da maestose cattedrali e piccole botteghe artigiane.

 

Alzate gli occhi per ammirare i profili incantati dei castelli a Lucera o a Rocchetta Sant’Antonio: la frenesia è lontana, ad accompagnarvi sui Monti Dauni è il gusto della scoperta.

Nel Gargano la devozione affonda le radici nei luoghi di Padre Pio a San Giovanni Rotondo e nel Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo, Patrimonio dell’Umanità riconosciuto dall’Unesco. Circondati dal silenzio mistico delle pietre, se amate il trekking fanno al caso vostro le strade rurali che attraversano paesaggi da sogno.
Ai boschi rigogliosi si alternano giardini e frutteti profumati e in tavola si servono i sapori di una gastronomia autentica, dai biscotti di mandorle ai cavatelli, alcune delle ricette genuine di Gargano e Daunia.

PUGLIA IMPERIALE

Un magico ottagono di pietra compare all’orizzonte, così bello da sembrare irreale. Castel del Monte è patrimonio dell’umanità Unesco: il misterioso maniero voluto da Federico II domina le campagne di Andria.
Siete nella Puglia Imperiale, terra di castelli, cattedrali e splendide città d’arte. Per le vie di Barletta ancora risuonano le cronache di un epico scontro cavalleresco, mentre i dipinti impressionisti di Giuseppe De Nittis riportano in Puglia gli echi della Parigi ottocentesca. La foto ricordo perfetta? A Trani, è con lo sfondo della cattedrale che sembra emergere dal mare.
Nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia scorrono le stagioni e nuovi colori disegnano rocce affioranti, alberi secolari di carrubo e cespugli di macchia mediterranea.

Riempitevi gli occhi di meraviglie della natura anche a Margherita di Savoia, dove vi aspettano le terme e antiche saline, rifugio di molte specie di uccelli migratori, come gli eleganti fenicotteri rosa. Immergetevi nella serenità della Valle dell’Ofanto, il fiume più lungo della Puglia, culla d’importanti scoperte archeologiche e luogo ideale per il trekking e passeggiate in bicicletta.

 

Lasciatevi sorprendere dai sapori della Puglia imperiale, con una gastronomia autentica in cui le verdure selvatiche e il fungo Cardoncello sono i protagonisti. Qui le ricette della tradizione sono riscoperte da chef innovativi e vanno accompagnate con ottimi vini Doc.

BARI E LA COSTA

Guardate il mare e i pescherecci, le chiese e i palazzi eleganti di Bari. Il capoluogo della Puglia ha mille volti da scoprire. Fate una lenta passeggiata nei vicoli del centro storico, ammirando i colori delle botteghe artigiane. A guidarvi è il profumo di pasta fatta in casa e pane appena sfornato.
Echi d’Oriente e Occidente rendono unica l’atmosfera dei borghi della costa barese, custodi di antiche tradizioni religiose. Viaggiate indietro nel tempo a Giovinazzo, tra le vie dell’antica cittadella fortificata e il caratteristico porticciolo, e a Molfetta scoprite i segreti dei Cavalieri Templari.
Le luci della costa si riflettono nelle acque dell’Adriatico a Polignano a Mare, arroccato sull’alta scogliera, e in contrada Capitolo, una delle 99 di Monopoli, si concentrano lidi, discoteche e ristoranti alla moda.

 

Ritagliatevi qualche ora per fare shopping nei negozi più trendy e deliziare il palato con le prelibatezze di una gastronomia autentica. Qui la frutta ha il sapore del sole: a Conversano e Turi, per esempio, una ciliegia tira l’altra.
Annotate gli ingredienti delle ricette tipiche: è una scoperta saporita la “tiella” a base di riso, patate e cozze, almeno quanto le orecchiette, regine assolute della cucina barese insieme alle morbide focacce con il pomodoro fresco.

MAGNA GRECIA, MURGIA E GRAVINE

Un paesaggio incredibile vi aspetta, alla scoperta di canyon impervi, cripte e grotte, percorrendo vigneti e uliveti, antichi borghi e botteghe artigiane, fino a tuffarvi nel blu del Mar Jonio.
Nell’Alta Murgia barese e nei dintorni di Taranto le gravine rendono unico il paesaggio: qui, nei canyon più grandi d’Europa, nacque la civiltà rupestre. Da Laterza a Gravina in Puglia il volo di uccelli rari vi guida nel silenzio di chiese scavate nella roccia, come a Massafra e Mottola.
Siete nel regno dell’archeologia, dove i fasti della Magna Grecia e dell’antica capitale Taranto si svelano con reperti preziosi e itinerari sotterranei, alla scoperta di tombe affrescate e tesori nascosti. Nel silenzio di castelli e cattedrali romaniche, come ad Altamura, risuonano ancora racconti di dame e cavalieri e Grottaglie è la patria della ceramica conosciuta in tutto il mondo.

 

Gli orizzonti più belli si scoprono in sella a un cavallo murgese, lungo l’ippovia dei trulli o a passo di trekking nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ammirando le bellezze del vasto altopiano che caratterizza il nord della Puglia. Fermatevi a riposare in una delle 100 masserie di Crispiano o davanti al mare sulle spiagge di Ginosa e Castellaneta Marina.
A tavola, paesaggio e profumi rendono uniche le delizie di una gastronomia autentica. A Gioia del Colle mozzarelle e burrate sono saporiti souvenir di viaggio e una cena sotto le stelle di Puglia ha le fragranze dei “fornelli” di Santeramo in Colle, dove la carne cucinata al momento sulle braci si sceglie direttamente dal banco del macellaio.

VALLE D’ITRIA E MURGIA DEI TRULLI

rulli circondati da vigneti e uliveti a perdita d’occhio, è questo il volto più autentico della Valle d’Itria. Il paesaggio riempie lo sguardo di una magia senza tempo, nel cuore di borghi affascinanti come Alberobello, Locorotondo, Martina Franca e Cisternino.
Ostuni appare come un miraggio, splendida sulla collina nell’altopiano ricoperto di ulivi, dove il verde si tuffa nel blu del Mare Ardriatico. Basta una passeggiata tra i vicoli per ammirare le belle corti e le piazze incorniciate da casette bianche, botteghe artigiane e i ristoranti dove si cucinano prelibati arrosti di carne e saporite verdure di stagione.
Qui si vive sereni, immersi in profumi e sapori d’altri tempi. Nella piana di Fasano, fermatevi a riposare in una masseria storica trasformata in resort del benessere. Le antiche dimore hanno una storia da raccontare, nascosta nei giardini di erbe aromatiche, e le terrazze regalano panorami mozzafiato.

 

Lasciatevi guidare dai sensi alla scoperta di habitat molto diversi: uliveti secolari e pascoli, dune fossili e, infine, spiagge incantevoli. A Egnazia fate un bagno nella storia, tuffandovi nelle acque trasparenti vicino agli scavi archeologici e a Torre Guaceto nuotate nella natura incontaminata della grande area marina protetta.

ED INFINE NEL SALENTO

Nel Salento il sole vi bacia tutto l’anno. Il fascino dell’arte, l’ottima cucina mediterranea e l’ospitalità sincera vi accolgono in un paesaggio da sogno, dalla costa adriatica con le marine di Melendugno, Santa Cesarea Terme e Otranto, allo Ionio che bagna Porto Cesareo, Portoselvaggio e Gallipoli.
Qui il Medioevo si colora d’Oriente e antiche filastrocche in “griko” risuonano nella Grecìa Salentina, come a Melpignano, dove antichi ritmi diventano musica contemporanea nella Notte della Taranta.
Siete nella penisola verde tra due mari, terra magica in cui misteriosi dolmen e menhir indicano il cammino, nascosti tra gli ulivi e i muretti a secco nelle campagne tra Giurdignano e Minervino di Lecce, dove sorgono antiche masserie oggi trasformate in affascinanti strutture ricettive. A passo di trekking, andate alla scoperta di chiese paleocristiane e frantoi ipogei e non perdete lo spettacolo naturale delle grotte marine di Castro e Santa Maria di Leuca.

 

Una passeggiata a Lecce è un viaggio nel barocco, tra chiese e palazzi ricamati nella pietra, cortili, giardini segreti e la sorpresa di un anfiteatro romano nel cuore della città. A Brindisi, invece, potete visitare due castelli e godervi il panorama sul lungomare Regina Margherita.
Nei borghi si svelano le botteghe artigiane di cartapesta e pietra leccese e sulla tavola stanno tutti i sapori del Salento, da accompagnare con ottimo vino locale: la “tria”, pasta fatta in casa preparata con i ceci, saporite verdure selvatiche e dolci prelibati come il “pasticciotto” dal cuore di crema e lo “spumone”, ottimo gelato artigianale.


Sorry, the comment form is closed at this time.